Il PDF festeggia 28 anni- Il rivoluzionario formato digitale

Il PDF festeggia 28 anni- Il rivoluzionario formato digitale, nato da Adobe System il “Portable Document Format” è stato ideato il 15 giugno 1993.

Ad oggi è un formato utilizzatissimo da tutti, quasi scontato, ma non sempre è stato così, un tempo costava addirittura 50 dollari.

Vediamo come è giunto a noi l’utilissimo PDF!

Il PDF festeggia 28 anni- Il rivoluzionario formato digitale

Era il lontano 15 giugno 1993, Adobe System da vita al formato PDF acronimo di “Portable Document Format”.

Ideato per scambiare e presentare documenti in sicurezza, indipendentemente dal software, sistema operativo o hardware impiegato.

All’esordio il costo da sostenere per utilizzare il formato era di 50$, per creare un nuovo documento, l’utilizzo del software cosava 695 dollari.

Il prezzo più importante era però quello di una società: 2.495$.

Oggi il PDF è il formato più impiegato al mondo, semplice da utilizzare, il software gratuito Acrobat Reader DC lo rende accessibile a tutti, inoltre possono essere firmati elettronicamente.

Ottenne la certificazione come standard internazionale nel 2008 e così la composizione fu resa pubblica.

A seguito di ciò nacquero molti software simili, Sumatra Pdf e Foxit Reader per citarne alcuni.

Inizialmente Adobe possedeva il brevetto del formato, pertanto ogni programma per apportare modifiche doveva rivolgersi ad esso.

L’origine di tutto

John E. Warnock è un giovane matematico, una volta assunto alla IBM partecipa a diversi corsi di programmazione che lo porteranno ad avvicinarsi al mondo dei computer.

Dopo l’esperienza alla IBM decide di lavorare in una start-up “Evans & Sutherland” ma lascia anche questa dopo qualche anno.

La svolta arriva quando conobbe Chuck Geschke, al centro di ricerca Xerox a Palo Alto.

I due una volta incontratisi in questo ambiente decidono di sviluppare InterPress, per mettere in comunicazione stampanti e computer.

Nel 1982 abbandonano Xerox e danno vita ad Adobe System con la loro prima invenzione: PostScript.

PostScript aveva però i suoi limiti, così Warnock nel 1991 scrisse il “Camelot Project”, questo era alla base della creazione del nuovo formato “PDF“, colui che doveva risolvere i problemi del precedente e migliorare le prestazioni di visualizzazione.

Le originalità del PDF sono:

  • Multi-piattaforma, visualizzazione uguale su tutti i programmi adoperati;
  • Mantenimento di tutte le informazioni durante l’apertura del file;
  • La composizione grafica rimane invariata.

Vantando queste caratteristiche fondamentali, divenne ben presto molto popolare.

“Non mi sono mai concentrato sui miei limiti, o su quelli di un progetto. Quando ragioni così finisci per essere prudente e di non fare molta strada”.

-John E. Warnock

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *